News


PS-newssito_approfondimenti_npi_102021.png
16/Nov/2021


Dal mese di novembre la nostra equipe dell’età evolutiva inizierà a collaborare con la dr.ssa Chiara Begliuomini, neuropsichiatra infantile a Verona che si occupa di patologie neuropsichiatriche nella fascia di età 0-18 anni.

Per informazioni: 045 8699728 – info@puntosalutelugagnano.it

L’equipe dell’età evolutiva del Punto Salute è costituita da un team multidisciplinare di cui fanno parte la dott.ssa Margherita Brunetto, psicologa dell’età evolutiva ed esperta in psicopatologia dell’apprendimento, la dott.ssa Marianna Marconcini, psicologa dell’età evolutiva, la dott.ssa Debora Bronzato, logopedista, la dott.ssa Claudia Ottonello, psicomotricista e psicologa dell’età evolutiva e il dott. Luigi Gozzi, psicologo e psicoterapeuta.

L’equipe si occupa in particolare di diagnosi e trattamento dei disturbi dell’apprendimento (DSA), supporto alla genitorialità (parent training), valutazione e riabilitazione neuropsicologica e psicomotoria, valutazione e riabilitazione logopedica, con un approccio integrato tra le varie specialità e con l’obiettivo di fornire validi strumenti di supporto e percorsi riabilitativi a bambini, bambine e adolescenti, ponendosi come anello di congiunzione tra le famiglie e le istituzioni scolastiche.

La dr.ssa Chiara Begliuomini si è laureata in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Torino e specializzata con lode in Neuropsichiatria Infantile presso l’Università degli Studi di Cagliari con una tesi elaborata durante il semestre di frequenza presso la Neuropsichiatria Infantile del Policlinico Gemelli di Roma. Ha frequentato il Master “L’approccio cognitivo comportamentale ai disturbi dell’età evolutiva” (Prof. Cieli) e sta attualmente ampliando la formazione come specializzanda del Training quadriennale cognitivo-comportamentale a Verona (Scuola APC).  Si occupa di patologie neuropsichiatriche della fascia d’età 0-18 anni.



PS-newssito_112021_visita-diabete.png
05/Nov/2021


La visita diabetologica proposta presso il nostro poliambulatorio prevede:

  • la raccolta dei dati anamnestici, ovvero la storia clinica del paziente
  • l’esame obiettivo del paziente

L’approccio clinico è quello di individuare in maniera completa tutti i fattori di rischio (in particolare quelli cardio vascolari) in modo tale da offrire al paziente una linea terapeutica completa per evitare o ridurre le varie complicanze del diabete e non solo quelle strettamente legate alla glicemia non stabile.

La visita diabetologica viene effettuata dal dr. Massimo Cigolini, diabetologo e endocrinologo.



PS-newssito_approfondimenti_preparazione-ecoaddome_102021.png
08/Ott/2021


Preparazione ecografia addome completo

Ecografia addome completo: cosa mangiare?

L’eco addome completo comprende lo studio di:

– fegato, colecisti, vie biliari, milza, pancreas, reni, vie urinarie, surreni, linfonodi addominali, aorta addominale e retroperitoneo
– vescica, utero e annessi/prostata e vescichette seminali, vasi e linfonodi iliaci, recesso peritoneale del Douglas

Questo tipo di esame richiede una piccola partecipazione da parte del paziente.

Digiuno per almeno 6 ore prima dell’esame

La prima indicazione è il rispetto del digiuno almeno nelle 6 ore precedenti l’esame. Questa pratica consente di ridurre al minimo la quantità di gas intestinali che potrebbero ostacolare la visione di alcuni organi, in particolare il pancreas e le ovaie la visione dei grossi vasi addominali come l’aorta e i linfonodi profondi. Il digiuno richiesto evita inoltre lo svuotamento della colecisti che avviene in particolar modo dopo i pasti, specie se ricchi di grassi che limiterebbe la visione di eventuali calcoli o, meno frequentemente, di polipi della parete della colecisti.

Dieta nei due giorni precedenti l’esame

La seconda indicazione per ridurre i gas intestinali che potrebbero essere d’ostacolo alla visione di alcuni organi è quella di modificare, nei due giorni precedenti, la propria dieta, riducendo o evitando frutta, verdura e legumi, bibite gassate ed evitando cibi ricchi di grassi.

L’aria blocca il passaggio degli ultrasuoni e non permette la visione di quello che c’è sotto. Per lo stesso motivo si utilizza il gel ecografico che serve a eliminare le bolle tra la sonda ecografica e la cute.

Bere un litro di acqua nell’ora precedente l’esame

La terza indicazione per esplorare al meglio l’addome inferiore, in particolare quindi la vescica, la prostata nell’uomo, l’utero e l’ovaie nella donna, è quella di arrivare con la vescica piena o semipiena, bevendo da mezzo litro a un litro di acqua nell’ora precedente l’esame.

In persone che soffrono di problemi cardiaci come lo scompenso, di problemi renali o di ipertensione per evitare un carico eccessivo di acqua nel breve tempo e quindi scongiurare possibili minimi disguidi è preferibile evitare di andare in bagno nelle 3 ore precedenti, evitando così di bere grandi quantità di acqua in breve tempo. Ovviamente è necessario bere esclusivamente acqua naturale o tè leggermente zuccherato ed evitare assolutamente bevande gasate per non incrementare i gas intestinali.

Non interrompere l’eventuale terapia farmacologica

La quarta e ultima indicazione è di non interrompere l’eventuale terapia farmacologica che si sta assumendo anche il giorno stesso dell’esame. La terapia in atto per i diversi motivi deve essere assolutamente mantenuta.

In conclusione quindi le principali indicazioni da seguire da parte del paziente per un esame ecografico ottimale sono: il digiuno nelle sei ore precedenti, avere la vescica piena o semipiena e nel limitare le scorie alimentari nei 2 giorni prima dell’esame modificando leggermente la propria dieta.


Preparazione ecografia addome completo

L’intervento del  dr. Carlo Cacciatori, medico radiologo


PS-newssito_psm-102021.png
04/Ott/2021


Psicomotricità bambini

Psicomotricità esercizi per bambini e bambine dai 24 mesi ai 6 anni

Da mercoledì 13 ottobre in partenza nuovi corsi di psicomotricità, con la nostra dott.ssa Claudia Ottonello, nel rispetto di tutte le norme di sicurezza e… con una novità!

>>Scarica la brochure per tutte le informazioni

Da ottobre 2021, grazie alla collaborazione con Dimensione Movimento, la nuova associazione sportiva che gestisce gli spazi dedicati a sport e benessere adiacenti al nostro poliambulatorio, i gruppi della psicomotricità utilizzeranno gli spazi attrezzati della palestra!

E’ possibile partecipare al corso di psicomotricità in gruppi di massimo 6 bambini/e divisi per età:

  • GRUPPO NIDO (24-36 mesi): dal 13 ottobre tutti i mercoledì dalle 16.30 alle 17.20
  • GRUPPO INFANZIA (3-6 anni): dal 13 ottobre tutti i mercoledì dalle 17.30 alle 17.20

Tariffe
Percorso di 4 incontri + colloquio iniziale con i genitori dei nuovi iscritti € 100.00
*iva 5% a norma di legge, tutte le prestazioni sono detraibili

Per info e iscrizioni: 045 8699728

  • È garantito il distanziamento e la continua igienizzazione dei materiali usati
  • Obbligo di mascherina per bambini/e dai 6 anni in su

Perché fare un corso di psicomotricità? Per…

  • fornire un spazio di benessere all’aperto che sostenga l’educazione socio-affettiva
  • educare al riconoscimento di se’ e delle proprie emozioni, dell’altro, delle regole
  • favorire lo sviluppo cognitivo in tutte le sue aree: cognitive, motorie e relazionali

PS-newssito_approfondimenti_cause-vene-varicose_092021.png
28/Set/2021


Vene varicose: cosa sono?

Cause e sintomi delle vene varicose

Una delle patologie più diffuse tra i malfunzionamenti del sistema circolatorio è la varice, o vena varicosa, ovvero l’alterazione delle pareti della vena, visibile anche a occhio nudo, e che si verifica principalmente negli arti inferiori, causata dall’insufficienza venosa.

Come prima cosa è necessario distinguere tra circolazione arteriosa e circolazione venosa. Consideriamo infatti che il cuore è una pompa: il sangue viene pompato dal ventricolo di sinistra nelle arterie per portare calore e ossigeno ai distretti più periferici del corpo (come gli arti inferiori). Una volta che il sangue ha ceduto calore e ossigeno deve ritornare al cuore.

Il nostro sistema vascolare deve quindi essere in grado di “spingere” il sangue venoso dagli arti inferiori in direzione contraria alla gravità con un flusso di ritorno da qualsiasi punto periferico del nostro corpo verso il ventricolo di destra, per poi far sì che il sangue vada a livello polmonare per farsi riossigenare, ritornare nel ventricolo di sinistra e ricominciare il circolo.

Insufficienza venosa: cause

Insufficienza venosa significa che il sangue fatica a tornare in maniera corretta verso il cuore: la maggior quantità di sangue che ristagna nei capillari a causa della scarsa capacità del sistema vascolare di far circolare il sangue venoso di ritorno causa pressione nei capillari.

Quando parliamo di vene varicose, quindi, dobbiamo valutare quali possono essere le cause dell’insufficienza venosa:

  • Familiarità: non alla vena varicosa in sé ma all’eventuale debolezza della parete venosa. Successivamente intervengono i nostri stili di vita a contribuire a far sviluppare l’insufficienza venosa
  • Abitudini di vita: le professioni statiche (quindi con molto tempo trascorso seduti o in piedi), soprattutto se non si indossano le calze a compressione, contribuiscono ad aumentare la pressione del sangue nei distretti periferici del corpo
  • Scarso apporto di liquidi
  • Scarso movimento
  • Disordini alimentari
  • Problemi ortopedici che non favoriscono la pompa del sangue di ritorno
  • La gravidanza e il numero di gravidanze
  • La contraccezione, i disordini ormonali, la menopausa: l’utilizzo di ormoni comporta un aumento della vischiosità dal sangue e in conseguenza il rischio che possano insorgere le vene varicose
  • Stitichezza e stipsi
  • Interventi chirurgici ginecologici (p.e. l’isterectomia) o ortopedici o a seguito di allettamento prolungato

Vene varicose: sintomi

Il quadro della sintomatologia riportato dai/lle pazienti è piuttosto variabile:

  • Gambe gonfie
  • Sensazione di pesantezza, soprattutto serale
  • Edema
  • Discromie della cute o macchie scure
  • Presenza di capillari molto evidenti
  • Crampi notturni che arrivano anche a minare la qualità del riposo delle persone

In presenza di questi sintomi è consigliato consultare il proprio medico e valutare una visita angiologica.

Costo visita angiologica: € 120.

Per informazioni e prenotazioni: 0458699728


Vene varicose: cause e sintomi

L’intervento del  dr. Stefano Gandolfi, chirurgo vascolare


PS-newsHP-mds_092021.png
30/Ago/2021


Metodo di studio scuola primaria

Back to school: 4 incontri per impostare il metodo di studio alla scuola primaria

Da venerdì 10 settembre 4 incontri dalle 18 alle 18.45

Il percorso sul metodo di studio consiste in un percorso di 4 incontri, in cui bambini e bambine, partendo dai propri punti di forza, lavorano in gruppo con la guida della dott.ssa Claudia Ottonello, psicomotricista e psicologa dell’età evolutiva, per costruire un metodo di studio utile a ottimizzare le energie e avvicinarsi a uno studio di qualità.

Nel corso degli incontri verranno impostate le principali strategie di apprendimento e le tecniche fondamentali per uno studio efficace, lavorando su:

  • Organizzazione e controllo del tempo,
  • Uso del diario
  • prendere appunti a lezione, schematizzare, ripassare,
  • affrontare i diversi tipi di verifica

Scarica la brochure per tutte le informazioni

Tariffe
Percorso di 4 incontri + colloquio iniziale con i genitori dei nuovi iscritti € 150.00
*iva 5% a norma di legge, tutte le prestazioni sono detraibili

Garanzie sanitarie

  • È garantito il distanziamento e la continua igienizzazione dei materiali usati
  • Obbligo di mascherina per bambini/e dai 6 anni in su

Per info e iscrizioni: 045 8699728


PS-newsHP-grafo_092021.png
30/Ago/2021


Incontri di grafomotricità per bambini

Back to school: esercizi grafomotori per bambini e bambine dai 6 ai 9 anni

Dal 10 settembre sono in partenza i nuovi corsi di grafomotricità del poliambulatorio Punto Salute a Lugagnano, con la nostra dott.ssa Claudia Ottonello, nel rispetto di tutte le norme di sicurezza!

Scarica la brochure per tutte le informazioni

Il percorso è pensato dalla nostra dott.ssa Claudia Ottonello, psicologa e psicomotricista, per bambini e bambine dai 6 ai 9 anni, che presentano difficoltà nello sviluppo prassico, impaccio e scarsa coordinazione, lateralità della mano poco definita, immaturità grafica e scarso utilizzo del disegno come strumento espressivo.

Da venerdì 10 settembre per 4 venerdì dalle 17.00 alle 17.45.

Tariffe
Percorso di 4 incontri + colloquio iniziale con i genitori dei nuovi iscritti € 100.00
*iva 5% a norma di legge, tutte le prestazioni sono detraibili

Garanzie sanitarie

  • È garantito il distanziamento e la continua igienizzazione dei materiali usati
  • Obbligo di mascherina per bambini/e dai 6 anni in su

Per info e iscrizioni: 045 8699728

Cos’è la grafomotricità? 

Leggi l’articolo della nostra dott.ssa Ottonello sul blog della Mutua Cesare Pozzo.

È una branca specifica della psicomotricità che si occupa di potenziare i requisiti necessari all’acquisizione del gesto grafico, partendo dal controllo globale del corpo fino ad arrivare alla scrittura.

Prevede:

  • attività per potenziare la coordinazione oculo-manuale
  • attività gestuali e manipolative per affinare i movimenti delle mani e la prensione corretta
  • esercizi grafomotori per la corretta impostazione della scrittura
  • giochi per favorire il rilassamento e il controllo del tono muscolare
  • attività di attenzione e memoria visuo-spaziale
  • giochi motori per integrare le coordinate spazio temporali

PS-newssito_092021_promovisitaangiologica-1.png
24/Ago/2021


La visita angiologica valuta il funzionamento del sistema circolatorio, evidenziando eventuali patologie del circolo venoso e arterioso.

L’ecocolordoppler abbinato alla visita specialistica permette di visualizzare la forma di vene e arterie e il movimento del sangue nei vasi sanguigni, aiutando a individuare eventuali anomalie o confermandone la presenza.

Una delle patologie più diffuse tra i disfunzionamenti del sistema circolatorio è la varice, o vena varicosa, ovvero l’alterazione delle pareti della vena, visibile anche a occhio nudo, e che si verifica principalmente negli arti inferiori.

Quali sono le cause delle vene varicose?

Quando si valutano i fattori di rischio delle varici è utile suddividerli in fattori di rischio non modificabili e modificabili.

Fattori di rischio delle vene varicose non modificabili:

  • familiarità
  • sesso
  • età

Fattori di rischio su cui è possibile intervenire, prevendo o ritardando la comparsa delle varici:

  • sovrappeso
  • sedentarietà
  • attività che obbligano in una posizione eretta prolungata

La visita angiologica e l’ecocolordoppler abbinato vengono eseguiti dal dr. Stefano Gandolfi. L’ecocolordoppler non prevede particolari preparazioni.

Costo visita angiologica e ecocolordoppler: € 120.

Per informazioni e prenotazioni: 0458699728



PS-newssito-chiusura-estiva-2021.png
06/Ago/2021


Il Poliambulatorio Punto Salute è chiuso per la pausa estiva dal 10 al 20 agosto.

Rimane attivo il numero whatsapp 3456558442 a cui è possibile inviare un messaggio. Tutte le richieste verranno prese in carico al momento della riapertura di lunedì 23 agosto.

Lo staff di Punto Salute augura a tutte e tutti una buona estate!



Contatti

Via Alessandro Manzoni 15, 37060 Lugagnano di Sona Verona

045 8699728 – 345 6558442

info@puntosalutelugagnano.it

Seguici su Facebook!

Autorizzazione all’esercizio attività sanitarie Cod. B5.0 – Poliambulatorio, rilasciata in data 21/06/2019 n. 21254 del Settore Igiene del Comune di Sona. Direttore sanitario Dr. Ermanno Motta, specialista in Igiene e Medicina preventiva.